top of page

La nostra casa è al buio, accendi la luce: la campagna solidale degli Amici di Emmaus

Oggi desideriamo raccontare l'esperienza dell'organizzazione “Amici di Emmaus”, che ha recentemente lanciato la campagna “La nostra casa è al buio, accendi la luce”. Questa iniziativa ha l'obiettivo di raccogliere fondi per poter sostenere la presenza  dell’organizzazione in Ucraina e in Italia. I fondi raccolti saranno destinati a sostenere lo staff, le famiglie con figli con disabilità e le missioni in Ucraina previste la prossima estate per incontrare i colleghi sul campo.





I ragazzi ucraini che ora vivono in Italia hanno prestato il loro volto per ritratti suggestivi che rappresentano questo dramma: le loro famiglie sono senza luce a causa dei continui bombardamenti sulla città. I volti dei ragazzi sono illuminati per metà, simbolizzando che qui in Italia possono vivere una vita serena, ma desiderano che la luce arrivi anche alle persone che amano, rimaste in Ucraina e costrette a vivere nell'incertezza e nell'angoscia di una guerra logorante.

Le foto sono state scattate da un fotografo professionista che ha donato il servizio per dare il suo contributo alla causa. Questi ritratti, toccanti e intensi, trasmettono con forza il messaggio della campagna, rendendo visibile il dolore di chi vive nel buio.


Grazie al grande coinvolgimento della comunità che “Amici di Emmaus” ha saputo creare intorno a sé, con numerosi "personal fundraiser" che organizzano eventi e incontri per sensibilizzare quante più persone possibili, è stata lanciata una campagna di crowdfunding sul sito web dell'organizzazione che sta ottenendo ottimi risultati. Questo dimostra che integrare strumenti di raccolta fondi online e offline è una scelta vincente.





31 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page