Emergenza alluvione a Senigallia

Dopo l’alluvione che ha colpito, nella notte tra il 15 e il 16 settembre, tanti Comuni della diocesi di Senigallia, la Caritas locale, con cui abbiamo collaborato alcuni anni fa sul progetto ridiamodignità, si è attivata immediatamente per dare un riparo agli sfollati presso alcuni locali della diocesi, accogliendo tantissime persone che sono state costrette ad abbandonare le loro abitazioni. Stanno, inoltre, coordinando i molti volontari che sono arrivati da altri territori per aiutare a ripulire la città. Ci hanno colpito in particolare le parole di uno dei ragazzi dell'Istituto Sportivo di Pesaro: "Abbiamo capito che essere umani significa aiutarsi perché quando si è nel bisogno non c'è altro da fare che questo".


La Caritas ha inoltre lanciato una raccolta fondi che, in meno di dieci giorni, ha visto l’attivazione di quasi 2.000 donatori, un bellissimo segnale di solidarietà e di vicinanza alle persone colpite. I fondi raccolti saranno utilizzati non solo per fronteggiare questi giorni immediatamente successivi al disastro ma anche per rispondere ai bisogni che emergeranno lentamente, dopo l’emergenza. Puoi fare anche tu la tua parte, cliccando qui.




3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti