Organizzare il nostro Thinking Camp: ecco a voi il dietro le quinte!

Spesso integriamo le strategie di fundraising per le organizzazioni con eventi speciali e unici e siamo compagne di viaggio nella realizzazione di questi “piccoli miracoli”.


Ora, siamo noi, Natascia e Chiara, alle prese con la costruzione del nostro evento la prima edizione del Thinking Camp di Astolfi 15.70, tra checklist da spuntare, rapporti con i relatori, inviti da far partire, comunicazione on line e anche quella offline, predisposizione della location e l’emozione che cresce sempre più per l’avvicinarsi della data!


Per fortuna siamo abituate a organizzare, pianificare ed essere attente ai dettagli, ma di certo si fa sentire quel pizzico di stress e che ci stimola a cercare di fare tutto al meglio.


Manca un mese al nostro Thinking Camp, siamo emozionatissime e felici di vederlo concretizzarsi ogni giorno che passa. Ma, come ogni evento, chi lo renderà davvero unico, saranno i partecipanti: relatori e invitati.


Vi aspettiamo!!! I posti sono limitati e il pranzo ve lo offriamo noi!



P.s. Alcuni consigli contro lo stress da event planning


  1. Gestire bene il tempo e pianificare le mosse con anticipo, a partire dai primi brainstorming, fino alle questioni più operative

  2. Dettagliare il più possibile la checklist, individuando gli obiettivi e le attività da sviluppare giorno per giorno

  3. Respirare profondamente: gli imprevisti possono capitare, l’importante è non farsi prendere dal panico e trovare una soluzione (e a volte la soluzione è anche meglio dell’idea iniziale)

  4. Insieme è meglio: più ci si confronta e ci si suddivide i compiti, migliore sarà il risultato!




23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti